Il mondo del podismo colpito al cuore.

L’idiozia umana ha colpito ancora ha scelto un giorno di festa, il nostro amato sport, infrangendo nel sangue un sogno di 42 km. La maratona di Boston, una delle più prestigiose al mondo, piange le sue 3 vittime di cui un giovanissimo bambino di 8 anni che aspettava l’arrivo del babbo. Gioie spezzate, gambe mutilate, feriti più o meno gravi ma per tutti i partecipanti un incubo incancellabile che in pochi secondi ha annullato allenamenti, aspirazioni e bei ricordi. Trasformando il rettilineo d’arrivo in un luogo di dolore.

Vergogna! E’ questa la parola che insieme al cordoglio  per le vittime vuole oggi pronunciare l’Uisp Chianciano.

it.pdf24.org    Invia articolo in formato PDF