We Run Rome vista da Ale

Il pensiero di Ale sulla gara di Roma del 31 dicembre 2013 -

ROMA…. e “We Run Rome” secondo me:

 

Una corsa per l’ultimo dell’anno con un gruppo di amici non ha di per se niente di eccezionale, ma la città eterna ancora una volta ci sorprende in un amorevole abbraccio. Solo Roma, la caotica e problematica Roma sa regalare certe emozioni guardandoti maestosa e lucente di un tiepido sole invernale. Passeggiamo nella storia  in un atmosfera ovattata dal clima della festa che si sta preparando e tutto il mondo sembra essere intorno a noi; io mi riempio d’orgoglio e mi sento italiano più che mai sotto la carezza della mia Capitale  e quasi senza accorgermene arriva il momento della gara. Un fiume di gente scorre nelle vie del centro storico, chi vuole vincere, chi vuole mettersi alla prova e chi vuole semplicemente esserci, non è certo roba da poco correre all’ombra del Colosseo Quanta gioiosa fatica intorno alle Tue strade, 10 km di pura adrenalina e piacere di correre e al traguardo che arriva in un soffio si sciolgono tutte le mie emozioni e arrivano dritte  al cuore; un nuovo ricordo di quelli che meritano e rimangono per sempre va ad aggiungersi nello scrigno della mia vita, ho passato un giorno con i miei amici, fatto lo sport che più mi appassiona e goduto di Te, ora che il sole tramonta e la giornata volge al termine non mi resta che dirti, parafrasando il grande Venditti, GRAZIE ROMA!

PDF24    Invia articolo in formato PDF