Il Grande Bionico premiato a Palazzo Vecchio.

Edimaro Donnini premiato dalla FIDAL a Firenze per i risultati ottenuti nel 2015

Mercoledì pomeriggio nella splendida cornice di Palazzo Vecchio a Firenze, più precisamente nel Salone dei Cinquecento, è stata organizzata dal comitato regionale della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera) la “Festa dell’ Atletica Toscana”.

Alla presenza di varie figure come il presidente della FIDAL Alfio Giomi, il presidente regionale del Coni Salvatore Sanzo, l’assessore allo sport del comune di Firenze Andrea Vannucci e il presidente del consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani sono stati premiati circa 200 atleti toscani che nel 2015 dal settore giovanile a quello Master hanno vinto medaglie internazionali, vestito maglie azzurre assolute e stabilito nuovi primati.

Fra i premiati anche il corridore castiglionese Edimaro Donnini, il quale nella stagione passata si è distinto nell’Ultra Trail (corsa in montagna) laureandosi vice campione italiano FIDAL assoluto e campione italiano FIDAL di categoria oltre che campione italiano IUTA assoluto e a squadre con la Ronda Ghibellina Team.

Alla cerimonia erano presenti familiari, amici, compagni di squadra e il delegato allo Sport di Castiglion Fiorentino Sauro Bartolini. Per Donnini, attualmente tesserato con la UISP Chianciano, una grande soddisfazione personale che però ha voluto condividere con tutti, in particolare con l’allenatore Vittorio Polvani. Quest’ultimo ha definito il suo atleta come un vero e proprio “uomo bionico” capace di rendere orgogliosa l’intera comunità castiglionese e che 43 anni riesce sempre ad essere esempio di impegno, sacrificio e generosità.

 Nicola Frappi

12938180_1673353606250755_5802242888262915326_n

 

it.pdf24.org    Invia articolo in formato PDF   

Grande prova della Uisp Chianciano al Vivicittà di Siena.

Oltre 1000 tra passeggiata e competitiva, 400 i competitivi arrivati, la Uisp Chianciano piazza 5 atleti nelle prime 14 posizioni, con Niola, Teo Ma, Giacomino, Pepa e Ifix non da meno  però tutti gli altri arrivati,  questo il resoconto di una bella giornata, finita con assaggi della prelibata pizza e  pasticcini in un noto bar di Via Diaz. E ora pronti per la Maratona dei 16.500 a Roma, per Sigerico,  per il lago di Montedoglio, e per l’Eco mezza Maratona del Casentino.

DSCN2117DSCN2134DSCN2120DSCN2147DSCN2121DSCN2150DSCN2119DSCN2197DSCN2118DSCN2203DSCN2124DSCN2209DSCN2138DSCN2263DSCN2286DSCN2265DSCN2287DSCN2404DSCN2289DSCN2489DSCN2342DSCN2502DSCN2347DSCN2567DSCN2362DSCN2775DSCN2364DSCN2908DSCN2400DSCN2920DSCN2486DSCN2936DSCN2610DSCN2990DSCN2617DSCN3141DSCN3304DSCN3172DSCN3305DSCN3294

www.pdf24.org    Invia articolo in formato PDF   

Il “Vivicittà” visto da Ale.

Vivicittà di Siena 03/04/2016

Come ogni hanno tra le cose che scandiscono l’arrivo della primavera per noi podisti c’è la tradizionale e amata manifestazione denominata vivicittà. Non ha caso ho detto manifestazione e non gara perché trattasi   di un vero e proprio evento sportivo, solidale e sociale organizzato dall’uisp (unione nazionale sport per tutti),  ogni hanno dedicato a tematiche  di stretta attualità con lo scopo di passare una giornata in allegria facendo  moto all’aria aperta, risvegliando, sulle tematiche scelte, le coscienze delle persone. Le località italiane ed europee che aderiscono in contemporanea al vivicittà sono molte e ovviamente non poteva mancare la nostra amata Siena. Quest’anno il tema portato all’attenzione è stato l’immigrazione, e il luogo simbolo Lampedusa ha dato il via idealmente alla partenza di migliaia e migliaia di runners, camminatori, genitori con bambini, passeggini e amici a quattro zampe uniti nel clima di festa, con un pensiero rivolto a una tragedia umanitaria spesso sottovalutata o strumentalizzata. Alle 9.30 dalla splendida Fortezza (In Piazza del Campo c’era un mercato) siamo partiti in circa quattrocento tra competitivi e non in una bella mattina di sole e clima mite ; due giri per un totale di 12km per noi agonisti un giro solo per tutti gli altri. Il percorso molto bello, vario e con continui cambi di ritmo ha messo  a dura prova tutti i noi visto anche il primo vero “caldo”di stagione; io nonostante la mia esperienza nella corsa ho scelto di correre in maglietta….errore madornale, ho sofferto un caldo terribile, eppure la canotta l’avevo portata ma si vede che sto proprio invecchiando. Fotografati dal nostro presidente Grigiotti e ripresi da canale 3 Toscana ci siamo impossessati pacificamente delle vie del centro storico e all’arrivo a prevalere di pochissimo è stato il forte Musardo sul nostro grande Attilio Niola fresco campione italiano uisp di corsa campestre, terzo Matteo Paganelli, sesto Giacomo Valentini altri forti atleti della nostra polisportiva Chianciano, 13 il Pepa,  buona prova anche dell’amico Stefano Carlini primo veterano 14^ assoluto e comunque un bravo a tutta la squadra. Tra le donne s’impone la Carpino arrivata anche tra i primi assoluti a testimonianza del suo valore. La vera bellezza è stata comunque rivedere al solito i tanti amici ben sapendo, al di la del gesto e del risultato tecnico e cronometrico, che il vivicittà è la gara per eccellenza ove respirare una bell’aria, pulita, fresca della quale c’è veramente tanto bisogno nelle nostre vite sempre più frenetiche e con poche pause di riflessione.

DSCN2286DSCN2265

 

PDF24    Invia articolo in formato PDF   

Nella prima pagina della rivista ” Atletica Uisp on line” la foto di Momi e del Bracciali

La prima pagina della rivista mensile Atletica Uisp on line è dedicata ai recenti Campionati Italiani di Corsa Campestre che si sono svolti il 13 di marzo a Sinalunga. Nella foto l’atleta di spicco delle giovanili della UIsp Chianciano “M’Barek Mohamed” e il forte atleta della Chianina iscritto anche con la Uisp Atletica Montepaschi Siena, “Massimiliano Bracciali”.

Aprile rivista Uisp  -

PDF24    Invia articolo in formato PDF