I miei pensieri in 5 giorni di corse, tante soddisfazioni, grazie a tutti, ma grazie soprattutto anche ai Nostri atleti che hanno trionfato ovunque in 3 giorni di gare.

13076945_1713267518945980_7171354712837314513_n13095956_1713267458945986_5867481029279239254_n13082518_1713267532279312_1397232528608932181_n (1)

Non è la premiazione dei miei 5 giorni di impegni, è il traguardo volante della camminata del Donatore che avrebbe dovuto ritirare Attilio, ma non essendo presente ho fatto le sue veci. Gli ho telefonato per dirgli che avevano sbagliato cesto e che l’altro me lo doveva dare indietro, ma non ha abboccato. A parte scherzi, volevo solo fare una riflessione degli ultimi 5 giorni passati, 2 nel percorso della Tuscany nei più bei posti della Valdorcia, Pienza, San Quirico, e Bagno Vignoni con Fabrizio, amico di sempre che ritrovo in queste occasioni, disponibile, simpatico, e sempre allegro. Forse tante persone non lo sanno, ma segnare i percorsi è come la corsa, Ti fa rilassare, non ti fa pensare a niente, ti estranea dalla vita quotidiana, un po anche come chi fa la scopa nei percorsi, devi fare solo quello e la testa si lascia andare nei pensieri più particolari, la tua mente viaggia tranquilla e si immedesima nei panorami che ti trovi davanti, come se dentro di te si svuotasse qualcosa e ti senti libero di immaginare, in questi momenti ti conosci meglio ritrovi te stesso e la carica per continuare, tra una balisa, una freccia, un segno nell’asfalto, una battuta che rompe il silenzio, un saluto alle persone che incontri, ti senti bene fai una cosa che ti piace e sai che lo fai per gli altri, e poi mentre lavori per gli altri prepari la Tua strada per il grande giorno della gara, perchè in quel giorno devi essere libero da tutto, quel giorno è solo tuo e te lo devi gustare per far piacere a chi durante tutta la gara soffrirà, ma anche chi sarà felice, pensi a organizzare tutto il giorno come ti muoverai, dove andrai, quali saranno i tuoi tempi, come fare per fotografare il più possibile il magnifico territorio che ci circonda durante il passaggio dei podisti, sarai li ad incitarli, ad incoraggiarli, ti sentirai e li farai sentire partecipi con la tua voce, con la tua macchina fotografica di un sogno, e poi quel sogno lo metterai nel tuo computer e li farai partecipi di quello che hai vissuto e di quello che hai sentito mentre loro passavano nel silenzio con gli occhi pieni di gioia e con la volglia di arrivare alla meta. Tanti dei Nostri podisti in questi tre giorni sono arrivati alla meta,  tanti hanno vinto, hanno portato il nostro nome in giro nei paesi che abbiamo attraversato, e oggi come me sono tornati al loro lavoro, hanno iniziato di nuovo la loro settimana lavorativa in attesa del sabato e della domenica per poter di nuovo calpestare il terreno correre felici e spensierati, coronare ancora il sogno di arrivare, come ogni domenica.  

 

Stampante PDF    Invia articolo in formato PDF   

Tuscany Crossing tutte le foto, notizie per la ricerca nel web, foto gallery.

Grazie a tutti per aver apprezzato le foto scattate in occasione della Tuscany Crossing del 23 aprile, Vi informo come trovarle. Le foto della pre gara e le premiazioni sul mio profilo di facebook, in quanto non si caricano nel web. Per le altre “Gladiatore 1, 2 e 3″ sono quelle scattate al passaggio dopo l’agriturismo di Terrapille, sono tutti i partecipanti alla 103 che ho poi doppiato al passaggio sotto la Cassia dove sono i famosi cipressi, quelle foto si chiamano, “passaggio Gladiatore e cipressi Cassia”, Cipressi Cassia 1 e 2, Cipressi Cassia” e “passaggio della 53 al 75 km”. Al 75^ km in località Castiglione D’0rcia ho fotografato tutti i partecipanti alla 53 e qualche passaggio della 103 km, quindi gli album “Cipressi Cassia e passaggio della 53 km al 75″” Passaggio della 53 al 75° km e arrivi della 53″, mentre gli arrivi fatti a Castiglion D’Orcia sono quasi tutti della 53 km, “Arrivi 53 1^ parte 635 foto” e “arrivi 53 e 103″.

Creare PDF    Invia articolo in formato PDF   

Un Monte di Corsa connubio Uisp Chianciano tra atleti, ultratleti, e ragazzi con ottimi risultati.

Anche “un Monte di Corsa” si conferma un grande successo di squadra (6^ assoluta) e risultati per la Uisp Chianciano, che ha visto tra l’altro la partecipazione di due ultramaratoneti Ale Pratesi addirittura 2^ di categoria, e Cristian Caselli,  fra i ragazzi 1^ posto per Fede Cip, 4^ per Alice Cip, 1^ e 2^ Momi e il nuovo Yahya, e 2^ posto per Alessandra Checcacci. Tra gli adulti 3^ posto assoluto per Giacomino e 2^ di categoria, 5^ il Pepa e 1^ di categoria 6^ Ifix e 1^ di categoria, 2^ di Categoria il forte Paolo Pellegrini, e poi Esimo, il Pelle,  Ale per un soffio 4^ di categoria e come detto Ale Pratesi e Cristian con la nuova coppia emergente Tista- Vietti. Tutte le foto e tutte le classifiche on line nel web.

DSCN4445DSCN4455DSCN4557DSCN4516DSCN4558DSCN4520DSCN4560DSCN4533DSCN4563DSCN4536DSCN4620DSCN4551DSCN4761DSCN4638DSCN5032DSCN4663DSCN5104DSCN4673DSCN5399DSCN4680DSCN5401DSCN4684DSCN5434DSCN4812DSCN5455DSCN4822DSCN4823DSCN4840DSCN4890DSCN4922DSCN4943DSCN4964

PDF Converter    Invia articolo in formato PDF   

Saracino da incorniciare per la Podistica Arezzo, ma grande Uisp Chianciano.

Un grande Attilio Niola classificatosi nel gradino più basso del podio non riesce ad arginare la forza di Said Er-Mili 53 Italo-marocchino che risiede in Italia da tantissimi anni, in possesso di qualità nonostante l’età, come ho già descritto in occasione della Scarpinata di Primavera, che ha preceduto Filippo Occhiolini di appena un metro dopo un bellissimo allungo di oltre 150 metri, e come detto il Nostro Atti di 20 secondi. Ma immensa la forza della Uisp Chianciano che piazza al 6^ posto Teo ma, al 7^ il Bionico Edi, al 14^ il giovanissimo Zaka, e al 25 l’altro giovane emergente Fadda Gerardo, altro discorso per l’onnipresente Lodo che imperversa dalla Toscana all’Umbria dal Lazio all’Abruzzo non disdegnando qualche maratona all’estero.

11248062_10153737509089825_6263582162164004535_n12987107_10153737366484825_2178723780568512940_n12993466_10153737464179825_7874326099860056446_n12994586_10153737510619825_3157412120544671115_n12998479_10153737366624825_6719583151782764250_n13001067_10153737365714825_5941014837068908939_n13001105_10153737592434825_2445658680581149219_n13007266_10153737508834825_2460944927841842837_n13012679_10153737365949825_220245331185903982_n13043305_10153737389334825_8309941697148494135_n13043419_10153737510004825_1570991903733587900_n13043648_10153737508164825_6273208017935942098_n13051658_10153737510539825_3991298331486407786_n13051740_10153737365754825_7460910142216633520_n (1)

PDF    Invia articolo in formato PDF   

Uisp Chianciano non solo Roma, ma Orvieto, Tuscania, Sigerico, Perugia.

A Perugia – Run For Parkinson, 7^ posto per Ale Paga e 10^ per Andrea Rosati, a Sigerico un grande Francesco Cerretani sempre più in crescendo si classifca al 17^ posto, per non parlare poi di “Esimo”, nella 10 esordio per Marco Tista e Giulia Vietti, a Orvieto 5^ assoluto Giacomino e 1^ di categoria, 10^ Ifix e 2^ di categoria, Ale 36^ e 10^ di categoria, a Tuscania passerella per il mitico Euro sempre dietro……

12936719_968319193276097_6526510684223549747_nEUROAleCERRETANIDSC01013DSC01022Ifixunspecified

Fax Online    Invia articolo in formato PDF   

Maratona di Roma, foto, commenti e risultati.

Un grazie particolare la babbo di Luca Rosi per il passaggio da Chianciano fino alla fermata “Piramide” Roma, un grazie a Giuseppe Rosati dal quale ho carpito tutti i tempi dei Nostri Podisti impegnati a Roma. Le foto oltre che su facebook sono anche on line nel web.

Sarà stato il tempo, bellissimo, la gente nel percorso, invalutabile, la voglia di vivere la più bella maratona Italiana,  il fatto forse che non ero presente alla maratona di Roma da runner prima, e fotografo dopo da anni, credo per me la più bella maratona in assoluto, sentita, vissuta, provata, ammirata, sorpresa, meravigliosa, particolare, mai vista tanta gente nel percorso, da una parte silenziosa con il solo rumore dei trolley lungo i marciapiedi delimitati dalle transenne per tutta la lunghezza della maratona, dall’altra parte festosa, allegra, gaia, gioiosa, briosa, entusiasta, esultante, gioconda, nomi  e soprannomi urlati in tutte le lingue, passavano i runner, passavano, passavano e non finivano mai, cercavi con lo sguardo, l’occhio vigile, di vedere i Tuoi, gli amici, una marea umana ha invaso Roma e ha riempito di gioia molti cuori, una giornata da non dimenticare, una giornata da ricordare, una giornata da rivivere.

I Nostri, il re dei Pacemaker Lucio De Chigi 3.29,54 – Massi Cesa 3.32,13 – Erika grande exploit per Lei 3.46,50 – Mircea 4.05,23 – prima maratona per la nuova arrivata in casa Uisp Cohane Ondine 4.07,01 – Il babbo Lauro Cesaretti 4.15,44 – un nuovo Pientino arrivato Alessandro Armiento 4.16,08 – e il mitico Lodo che ha corso tutte le maratone di Roma 4.34,13.

DSCN3458DSCN3491DSCN3485DSCN3700DSCN3488DSCN3806DSCN3529DSCN3834DSCN3539DSCN3540DSCN3550DSCN3611DSCN3664DSCN3668DSCN3805DSCN3817

PDF Creator    Invia articolo in formato PDF   

Pronte le divise per i nuovi arrivati.

Manca solo il tocco finale ( la scritta personalizzata) che deve fare Massimiliano Sfondalmondo impegnato questi giorni al Giro dell’Umbria, (sabato a San Venanzo ci sarà anche il sottoscritto), ma la prossima settimana prima del Tuscany Crossing che vedrà impegnati molti dei Nostri atleti, nella 103 km, 53km, 15km, e nella staffetta, ci sarà la consegna ufficiale  delle nuove divise ai nuovi arrivati in casa Uisp Chianciano.

DSCN3450

Stampante PDF    Invia articolo in formato PDF   

Il “Corriere di Siena” parla del Giro Podistico della valdorcia e della premiazione di Edi.

Grazie al “Corriere di Siena” che puntualmente parla della Uisp Chianciano, dei risultati, e naturalmente del Giro Podistico della Valdorcia dedicato al grande amico “Bruno Amerini” che li ha corsi tutti. Citazione e foto per il BIonico premiato a Firenze. l’articolo fatto da Ale.

Al mio segnale scatenate l’inferno diceva il generale Massimo Decimo Meridio – Il Gladiatore -

Voglio iniziare con questa celebre frase del film che associo sempre nella mia mente alla valdorcia , al nostro giro , ai tanti amici podisti che percorrendo nel caldo e nella polvere di giugno queste strade un po gladiatori lo sono . Di sicuro il nostro generale Meridio era il caro amico Bruno Amerini amico e persona speciale, lui le sedici edizioni precedenti del giro le aveva concluse tutte, il suo sorriso ci mancherà e questa diciassettesima edizione d’accordo con gli amici del G.S Riccardo Valenti sarà dedicata al suo ricordo.

La gara a tappe si svolgerà dal 6 al 11 giugno con Contignano – cronoscalata di Vallerese – e notturna di Pienza e le novità assolute delle ultime due tappe, Poggiardelli, nei boschi sopra chianciano, e Chianciano Montallese  dove ci sarà il pranzo di arrivederci e le premiazioni. Tutte le informazioni tecniche con mappe e altimetrie si trovano insieme al volantino nel nostro sito www.girovaldorcia.com.

L’avvicinamento a questa manifestazione così impegnativa per noi della polisportiva Chianciano, è stata ultimamente scandita da altre gare che hanno visto la nostra squadra sugli scudi per prestazioni e partecipazione. Dividendoci tra trail e strada, tra distanze lunghe o brevi tra le province si Siena, Arezzo, Perugia…..siamo uniti sempre nell’intento di divertirci correndo e magari anche vincendo come ultimamente ha fatto il nostro Attilio Niola campione Italiano UISP di corsa campestre.

I campionati italiani di cross UISP svoltisi lo scorso 13 marzo a Sinalunga sono stati  in questo 2016 l’evento più importante svoltosi nella nostra provincia e ha visto alla partenza tantissime persone nelle varie categorie e tantissimi ragazzi. Il percorso molto bello in un area grande e ben attrezzata e la sapiente organizzazione dell’Atletica Sinalunga hanno incorniciato una bellissima giornata di sport.

Siena  protagonista anche nelle ultime settimane che hanno visto in calendario due classiche come la Scarpinata di Primavera e il Vivicittà ma potremmo mettere la scritta continua……con le notturne che stanno per iniziare, con le giornate d’estate che sembreranno non finire mai con tanta strada nei nostri “sandali” quanta ne avrà fatta Bartali.

DSCN3862DSCN3853

Creare PDF    Invia articolo in formato PDF   

Il Grande Bionico premiato a Palazzo Vecchio.

Edimaro Donnini premiato dalla FIDAL a Firenze per i risultati ottenuti nel 2015

Mercoledì pomeriggio nella splendida cornice di Palazzo Vecchio a Firenze, più precisamente nel Salone dei Cinquecento, è stata organizzata dal comitato regionale della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera) la “Festa dell’ Atletica Toscana”.

Alla presenza di varie figure come il presidente della FIDAL Alfio Giomi, il presidente regionale del Coni Salvatore Sanzo, l’assessore allo sport del comune di Firenze Andrea Vannucci e il presidente del consiglio regionale della Toscana Eugenio Giani sono stati premiati circa 200 atleti toscani che nel 2015 dal settore giovanile a quello Master hanno vinto medaglie internazionali, vestito maglie azzurre assolute e stabilito nuovi primati.

Fra i premiati anche il corridore castiglionese Edimaro Donnini, il quale nella stagione passata si è distinto nell’Ultra Trail (corsa in montagna) laureandosi vice campione italiano FIDAL assoluto e campione italiano FIDAL di categoria oltre che campione italiano IUTA assoluto e a squadre con la Ronda Ghibellina Team.

Alla cerimonia erano presenti familiari, amici, compagni di squadra e il delegato allo Sport di Castiglion Fiorentino Sauro Bartolini. Per Donnini, attualmente tesserato con la UISP Chianciano, una grande soddisfazione personale che però ha voluto condividere con tutti, in particolare con l’allenatore Vittorio Polvani. Quest’ultimo ha definito il suo atleta come un vero e proprio “uomo bionico” capace di rendere orgogliosa l’intera comunità castiglionese e che 43 anni riesce sempre ad essere esempio di impegno, sacrificio e generosità.

 Nicola Frappi

12938180_1673353606250755_5802242888262915326_n

 

PDF    Invia articolo in formato PDF